Arezzo Wave 2017: sabato 11 marzo al Le Bistrot di Pergine terzo appuntamento live con il contest
News

JOYHOLLER11MARZOTerzo appuntamento live sabato 11 marzo al Le Bistrot di Pergine Valsugana per le selezioni live del Trentino Alto Adige legate al concorso Arezzo Wave 2017. L'appuntamento è quello alle 21.30 ad ingresso libero, con tre protagonisti  on stage: Michele Cristoforetti, Joy Holler e Alvise Osti Project. Ricordiamo che la band che emergerà dalle selezioni regionali di Arezzo Wave Love Festival parteciperà alla kermesse che si terrrà quest'anno il 23 e 24 giugno a Milano.

ALIVE OSTI PROJECT

Questo progetto nasce ed esiste a partire da me stesso, in veste di cantante, chitarrista e compositore. Il seme del progetto è dell'estate 2015, l'effettiva realizzazione ha però richiesto un anno di elaborazione.

Sono partito nell'autunno 2016, registrando tre inediti a casa di Tito Scutari. I tre brani in questione sono andati a formare un demo, "(a)li(v)e on the bedroom", pubblicato nel mese di ottobre a puntate tramite la mia pagina facebook. Un brano è scritto in inglese (Beauty – survive) e gli altri due in italiano (Bagliori: La grotta).

Dei tre il primo che ho scritto è stato quello in inglese, poi ho deciso di cambiare rotta e scrivere in italiano. Nei mesi di ottobre e novembre ho partecipato come solista a varie serata, contest e non; ma soprattutto ho fatto esperienza come musicista di strada. A partire dal dicembre 2016, mi faccio affiancare per i live, nei locali e per strada, da Marco Gambin al kajon, compagno musicale di vecchia data (suoniamo insieme da 6 anni nei Leathermask, dove il genere è tutt'altro).

JOY HOLLER

I Joy Holler vedono le prime luci nel settembre 2015 a partire da un'idea di Simone, che, con Lorenzo, decide di dare vita ad un nuovo progetto ispirato alla black music. La storia della band è fatta di coincidenze: tutto ha inizio con il casuale incontro fra Lorenzo e Marcodurante un viaggio, che li vedeva seduti fianco a fianco senza nemmeno conoscersi. Nel raccontare dell'idea di un nuovo progetto, Lorenzo scopre che sia Marco che suo fratello Andrea sono alla ricerca di nuovi stimoli musicali in cui tuffarsi. Simone, Lorenzo, Marco e Andrea si incontrano nel settembre 2015 per discutere del progetto e già nello stessomese entrano in sala prove per dare vita ai Joy Holler. Nel febbraio 2016 esordisconosuonando in alcuni locali di Trento e della provincia. In maggio partecipano a Over The Hill (festa studentesca di Mesiano, Trento) e al Festival dell'Informazione Indipendente di Arco (TN). In giugno vincono il contest "Ricordando Angela, Erica e Matteo" nella categoria senior cover e nello stesso mese vincono il primo premio del contest "Centro Musica Awards", ottenendo così l'accesso ad Area Sanremo e la possibilità di aprire uno dei concerti della rassegna musicale 2016/17 del teatro Santa Chiara di Trento. In agosto2016 entrano in studio per registrare il loro primo EP, intitolato "Brighter Love", uscito il 19 novembre. In ottobre partecipano ai corsi di formazione di Area Sanremo 2016, tenuti da professionisti della realtà discografica italiana, confrontandosi con artisti provenienti da tutta Italia.

MICHELE CRITOFORETTI CON I KASKADE

Michele Cristoforetti si affaccia al mondo musicale nel 2005 quando inizia a suonare la chitarra nel garage di casa con un paio di amici per alimentare le serate in compagnia. L'anno dopo inizia a prender lezioni di chitarra e contemporaneamente forma una prima formazione musicale con due chitarre, basso e batteria che propone Cover rock italiane tra le più svariate.

Nel 2008 la band prende il nome di "Kascade" e inizia a suonare per bar, feste e locali e di tutta la provincia. Successivamente la sua formazione cambia più volte diventando sempre più completa e professionale,sperimentando idee e generi che hanno contribuito a trovare un'identità chiara e definita. Inizia così il percorso da solista di Michele Cristoforetti che mette i racconti di vita a comporre i suoi versi e le melodie, cercando nel frattempo dei compagni di Live seri e professionali, musicalmente vicini sua linead'onda. Nel 2013 l'ultimo lavoro come band "hard rock" creano un repertorio grintoso e incendiario che dà loro ottimi giudizi dalla critica specialistica. A questo punto Michele decide di rimettersi in gioco con i suoni e i contenuti dai quali era partito, ritenendoli quelli che gli appartengono di più. Mettendosi al lavoro pensa quindi di proporre sue idee di qualche anno prima, producendo alcuni brani come solista, avvalendosi dei suoi "Kascade" per proporre "Live" i suoi brani, e le Cover del miglior cantautoratoitaliano che li distingue.

Michele Cristoforetti https://www.facebook.com/michelecristoforettiofficial/?ref=ts&fref=ts

Kascade https://www.facebook.com/Kascade-960928933948214/timeline/

smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon
 

Condividi l'articolo

Dite la vostra

Si sta per chiudere un 2016 davvero ricco di uscite discografiche per la scena musicale trentina. Vi chiediamo qui cosa pensate sulla qualità delle produzioni