Arezzo Wave 2016: venerdì 22 cinque band live alla Rupe di Mezzolombardo per la seconda semifinale
News

DADECORTIVOThe Bankrobber, Hush Puppies, Bruschetta Brothers, Dade Cortivo e Malaga Flo: queste le cinque band protagoniste della seconda semifinale con le selezioni live del concorso "Arezzo Wave Band 2016" in programma venerdì 22 aprile alla Rupe di Mezzolombardo. (inizio ore 21.30, ingresso libero). Ad ospitare le selezioni per quanto riguarda il Trentino Alto Adige sarà il locale La Rupe di Mezzolombardo da marzo a maggio mentre a supportare a livello regionale il concorso oltre a Street Music ci sarà anche Percorsi Musicali di Trento.

DADE CORTIVO

Sono un Rocker italiano. Nasco come cantautore dopo l'esperienza di dieci anni come batterista, autore e compositore all'interno della rock band Pikasso, progetto inedito coronato da un album pubblicato nel 2007, Pikalbum. Confrontarmi con la scrittura e la composizione è stato un regalo prezioso.Ho maturato questa esigenza cantautorale suonando e scrivendo canzoni, e con esse si è formata la mia voce e la mia voglia di esprimere in prima persona quello che ho da dire. Con le canzoni mi parlo, parlo a chi ascolta, raccontando la vita che mi passa attraverso.Scrivo, compongo, canto e suono gli strumenti che entrano nelle mie canzoni.Nel 2008 inizia la mia strada solista. Nel 2010 ho pubblicato "In viaggio fino a qui", disco volutamente pop ed inevitabilmente rock. Prodotto insieme a Daniele Michelotti l'album è una fotografia emotiva del mio viaggio artistico e personale fino a quel momento proiettata nel futuro.

Durante l'anno di uscita, ho partecipato ad alcuni festival in giro per l'Italia, dalle Dolomiti fino al mio amato Salento, seguito la promozione partecipando a programmi radiofonici locali che mi hanno dato spazio per parlare di me e del disco. Ho messo insieme "La Banda" e abbiamo iniziato i concerti.Qui è arrivato un viaggio e da qui ne è ripartito un altro, come sempre, direi il bello della vita e di questo mestiere. Nell'agosto 2012 è uscito il singolo "Solo una goccia", prodotto sempre in collaborazione con Daniele Michelotti, sempre scritto, composto, cantato e suonato da me. L'ottobre seguente grazie ad una regista esordiente Camilla Daldoss, viene pubblicato il video ufficiale.Sto presentando in questi mesi a festival, addetti ai lavori e rassegne le anteprime del mio nuovo lavoro, in attesa di una imminente pubblicazione. L'album si chiama "itempo", termine ispirato dalle tecnologie del mondo moderno per descrivere una risorsa preziosa quanto inafferrabile, il proprio tempo, dove tutta la vita ci sta dentro, in ogni battito. L'album comprende nove canzoni frutto di un periodo strabordante di vita. Credo che la musica sia stata un regalo per il mondo e per me, per questo la sento libera più di ogni altra cosa, libera di essere differentemente apprezzata e speciale in miliardi di modi diversi! Grazie per essere stati con me in questo viaggio nella mia carriera artistica fino a qui.

Al suo fianco per Arezzo Wave ci saranno Gaetano Sciannamea, chitarra, Federico Groff, batteria e Mattia Osele al basso.

MALAGAFLO'

I Malaga Flo sono nati nel 2011 e sono Marco Zuccatti, Enrico Benedetti, Davide Visintainer e Tommaso Santini. Oltre alla collaborazione con la cantante Aura Zanghellini, sono soliti esibirsi anche con alla voce Filippo Camin e Chiara Chistè. Nel 2012 vincono il primo premio della seconda edizione dello Young Tribute Festival di Calavino, con un primo inedito dal titolo "L'Amaro". Nello stesso anno registrano presso il Gulliver Studio di Pergine, insieme al tecnico del suono Alessandro Battisti, le demo dei primi due inediti: "L'amaro" e "Carta bianca".Nel 2013, lavorando sempre con Alesandro Battisti, registrano una propria versione del brano di George Shearing, "Lullaby of birdland".

In settembre 2014 realizzano il concerto "The Malaga Experience", con tre cantanti sul palco e una formazione allargata con fiati e percussioni.Nel 2015, con il nuovo singolo "Orologio", si classificano nelle fasi finali di UploadSounds e Centro Musica Awards esibendosi sul palco delle feste vigiliane a Trento e aggiudicandosi il premio speciale "Note Studentesche". Dall'estate 2015 si esibiscono anche con la nota cantante e violoncellista trentina Adele Pardi.A dicembre 2015 uscirà il loro primo album, dal titolo "Quando passate a prendermi?" realizzato con il tecnico del suono Marco Ober.

Premi:

• 1° premio - Young Tribute Festival, Calavino 2012 con "L'Amaro"

• Finalisti ad Uploadsounds 2015 con "Orologio"

• Premio "Note Studentesche" - Centro Musica Awards 2015 con "Orologio"

Artisti che ci piacciono: Snarky Puppy, Esperanza Spalding, Casiopea, Thelonious Monk, Pat Metheny, Oscar Peterson, Mike Stern, Elio e le storie tese, Richard Benson, Earth wind and fire, Wes Montgomery.

HUSH PUPPIES

La band nasce a Bolzano fra il 95' e 96' dall'incontro del chitarrista Roberto "Bebe" Massa con il bassista Alberto Frascati e il batterista Pietro Giacchino che riarrangiando i vari pezzi realizzati da Roberto danno vita agli Hush Puppies.

Il nome del gruppo deriva dal slang americano usato dai pescatori per indicare delle polpette usate come pastura per i pesci anche usata per zittire (hush) il cane o cuccioletto (puppies). Le varie influenze musicali si fondono in uno stile funk-rock con variazioni bues e acid jazz. Fra il 96' e il 98' con l'alternarsi di altri musicisti la band si esibisce in vari locali e manifestazioni musicali aggiungendo al repertorio di pezzi propri svariate cover fra cui Santana, Pink Floyd, Police, U2 e altri. Dopo una lunga pausa di circa 10 anni, nei quali i vari componenti fanno esperienze musicali con altri gruppi, la band si ritrova e rispolvera i vecchi pezzi inediti.

L'arrivo del chitarrista solista Mathis Pesarin, e successivamente del cantante Simmone Olivetti, rilanciano definitivamente la band che riprende in pieno la sua attività sia in sala prove, con la creazione di nuovi inediti, che dal vivo suonando nei locali della regione e dei varie manifestazionie concorsi musicali. Fra le ultime esperienze dal vivo la "Festa della musica" ad Arco e"Altstadtfest" a Bolzano.

Componenti del gruppo

chitarrista – Roberto "Bebe" Massa

bassista – Alberto Frascati

chitarrista – Mathis Pesarin

cantante – Simone Olivetti

chitarrista – Giancarlo Vince

saxofinsti – Maurizio Riglione e Davide Folgareit

batteristi – Franceso Carli, Claudio Bergesio e

Lukas Hupka percussionista – Samir Amato e Hipold

THE BANKROBBER

The Bankrobber è una rock band italiana nata a Rivadel Garda nel 2008.

Attualmente conta 5 componenti:

Giacomo Oberti(voce/chitarra)

Andrea Villani(basso)

Mathias Drescig(chitarra)

Maddalena Oberti(tastiera)

Stefano Beretta(batteria)

il nome Bankrobber deriva dalla canzone dei Clash e la loro musica è principalmente influenzatadal British new wavw e post-punkrinate nel nuovo millennio.

Pochi mesi dopo essersi formatala band nel 2009 vince Rock targato Italia.

La band ha pubblicato 4 ep e un'album: Rob the Ban

k(2010) Rob the wave (2013) Gazza Ladra (2014) the

land of tales (2016). Hanno anche rilasciato i singoli: "Señorita" feat

Enrico Ruggeri - Le canzoni ai testimoni (2012),

Always on my mind - Elvis Presley cover (2015) e G

ood Road to Follow (2015). Dureante questi annihanno suonato in giro per tutta

l'italia. L'ultimo lavoro uscito the land of tales è stato rilasciato in febbraio 2016 e contiene il free download del singolo good road to follow.

BRUSCHETTA BROTHERS

I Bruschetta (pronuncia "bruscetta") Brothers nascono nel 2007 a Southampton (UK) come duo acustico di Italiani emigrati, con l'idea iniziale di raggranellare due spiccioli suonando musica tradizionale napoletana nei ristoranti. Non riusciranno mai in quell'intento, poiché si ritrovano in breve tempo catapultati nel circuito dei pub inglesi suonando un mix di pezzi cantautoriali riarrangiati in chiave comica, spesso traducendo i testi dall'italiano all'inglese. La band poi negli anni successivi si allarga (diventano quattro) ma si spande anche geograficamente (uno va a stare in Germania, due tornano in Italia). Ciò nonostante, i Bruschetta Brothers continuano periodicamente a proporsi sia in Inghilterra che in Italia, consolidando il loro repertorio, costituito sia da pezzi originali che da cover fortemente riarrangiate, prediligendo un genere acoustic/funk/demenziale che instaura molta complicità col pubblico. Nel loro pantheon artistico/musicale si possono senz'altro annoverare Giorgio Gaber ed Elio e le Storie tese dal lato Italiano, e i Monty Python e i Flight of the Conchords dal lato anglosassone.

G
M
T
 
Text-to-speech function is limited to 100 characters
smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon
 

Condividi l'articolo

Dite la vostra

Si sta per chiudere un 2016 davvero ricco di uscite discografiche per la scena musicale trentina. Vi chiediamo qui cosa pensate sulla qualità delle produzioni