Well In Jazz: Jam Session con i Resident Trio al WellCafè di Trento
News

GORGAZZINISul calendario della rassegna "Well in Jazz" e dando seguito alla proposta del network d'intrattenimento provinciale WellComeTrentino, è prevista una frizzante Jam Session con il Resident Trio. L'evento avrà luogo giovedì 24 marzo presso il WellCafè del Centro Culturale S. Chiara di Trento (ore 21). Sul palco Roberto Gorgazzini al pianoforte, Fabrizio Larentis al contrabbasso e Gianlorenzo Imbriaco alla batteria: una formazione affiatata e rilievo quella del Resid ent Trio, che promette una singolare performance. Ingresso libero. Informazione e dettagli per il concerto al numero 348.0095165.

Giovedì 24 marzo sul palco del WellCafè, ormai consolidato come habitat trentino per la musica di qualità, in un'atmosfera di interscambio e riunione tra musicisti ed appassionati della musica Jazz, il gruppo accompagnerà l'"Open Bandstand", con amplificazioni disponibili per chitarristi, bassisti, fiatisti e cantanti che vorranno partecipare ed arricchire a questo "salotto musicale".

Fin dall'inizio della rassegna "Well in Jazz", eravamo a gennaio 2015. si è voluto riservare un giovedì al mese alla Jam Session che è stata chiamata "Open Bandstand" e cioè palco aperto per i musicisti. A Trento gravitano molti giovani musicisti, anche grazie ai corsi di jazz presso il Conservatorio Bonporti, e meno giovani che possono partecipare a queste riunioni musicali.

La Jam Session fa parte della tradizione del jazz e sta ad identificare una riunione spontanea di jazzisti, quindi non una formazione precostituita, che sul terreno comune degli standard suonano assieme senza arrangiamenti concordati ma affidandosi al senso dell'interplay e quindi alla sensibilità di "suonare assieme" creando in modo estemporaneo una perfomance live.

Un musicista propone un brano, che tutti conoscono, stacca il tempo e inizia la magia della jam session... senza prove e senza rete. Ogni musicista è di stimolo per gli altri e nasce un'espressione musicale irripetibile. Dalle Jam Session storiche degli anni '40 nella 52° Strada di New York, al Minton's Playhouse, al Monroe's o al Three Dueces e molti altri Club, ha preso forma il Be Bop grazie all'incontro dei musicisti che dopo gli impegni di routine nei locali da ballo si ritrovavano nei club per suonare assieme e sperimentare la loro nuova musica.

Il pubblico di "Well in Jazz" conosce bene il "rito" della Jam Session mensile ed ha contribuito a decretare il successo e la riuscita di ogni appuntamento. Ogni "Open Banstand" ha visto la presenza sul palco del WellCafè moltissimi musicisti con i loro strumenti. Nel 2015 c'è stata una media di 18 musicisti ad ogni Jam Session e anche quest'anno al WeelCafè si rinnova questa tradizione. Sassofonisti, trombettisti, chitarristi, cantanti, pianisti, batteristi e perfino un armonicista e un fagottista si sono esibiti. Nuove leve e veterani suonano assieme le prime apportando l'energia della freschezza giovanile, gli altri la forza dell'esperienza dando vita ad interessati e talvolta inaspettati risultati musicali.

 

smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon
 

Condividi l'articolo

Dite la vostra

Si sta per chiudere un 2016 davvero ricco di uscite discografiche per la scena musicale trentina. Vi chiediamo qui cosa pensate sulla qualità delle produzioni